Reggiolife


56-70 anni

56 – 63 (fase yin) / 63 – 70 (fase yang)

Si comincia a sentire la necessità di manifestare il proprio messaggio per questo è la fase di espressione del 5° chakra (Visuddha – in sanscrito). A 56 anni inizia il terzo ciclo di saturno, la fase dell’autunno della vita, si sono incamerate esperienze e nozioni, va da sè che sia il momento del raccolto, della vendemmia dei frutti coltivati e cresciuti per lungo tempo. Dopo l’elaborazione e l’accettazione del ciclo precedente, ora è il momento dell’espressione, della comunicazione del proprio messaggio.

La persona ha meno informazioni in entrata e sente più necessità di manifestare il proprio messaggio in uscita, è il periodo della maturità degli artisti (pittori, scrittori..) in cui danno il meglio di sè come frutto della pratica e dell’esperienza della loro arte. Dai 56 ai 63 anni è la fase yin in cui ancora una volta cambia la prospettiva, ci si adatta al ruolo dove tematiche come l’ espressione, la creatività, la comunicazione diventano centrali e si affina ulteriormente il proprio messaggio come contributo all’ambiente circostante. Dai 63 ai 70, nella fase yang, si lavora per divulgare in modo ancora più concreto il proprio messaggio.

 

Riferimenti in omeopatia

Ciclo 56 – 63 / 63 – 70
5° Chakra
Rimedio: Lachesis

Lachesis è un grosso serpente lungo 4 metri, di colore rosso, giallo e nero, che vive in America Latina. E’ il rimedio del sistema nervoso e del circolo venoso,  anche della menopausa, della sindrome del nido vuoto, quando i figli se ne vanno di casa. Questo fatto provoca una grossa crisi soprattutto per la madre, che deve creativamente trovare un ruolo nuovo nella propria vita. E’ anche un buon rimedio per la tiroide, ghiandola che va in crisi quando non c’è possibilità d esprimere le proprie idee, manifestando il cosiddetto “nodo in gola”.
E’ il rimedio per la gelosia e l’attaccamento anche insensato e per coloro che non sopportano nulla che gli stringa alla gola e in vita. Cura anche l’iperattività mentale e la tendenza a parlare troppo, quando la mente è debole e vaga da un argomento all’altro.